ArTE’ edita

0

Definire ArTE’ edita è un po’ come guardare attraverso il buco della serratura di una porta gremita di energia che si affaccia sul mondo. Nel nostro caso si tratta di un mondo fatto di persone che, indistintamente dalla propria identità sessuale, si impegnano quotidianamente per trasferire al prossimo il turbinio di creatività che le avvolge.
Abbiamo sbirciato attraverso quella fessura e siamo rimasti sorpresi (nemmeno troppo), dalla miriade di progetti ancora in attesa di essere apprezzati, altri che muovono i primi passi con delicata timidezza, altri ancora che corrono per il web con la tenacia di chi ci crede ancora una volta; in ognuno abbiamo intravisto il bisogno di essere e il desiderio di visibilità per poter completare il vertiginoso percorso di espressione.
Ma quanti ancora non hanno visto luce e quanti altri sono in cerca di uno stimolo?
Da tali presupposti nasce l’idea di creare una ArtE’inBox che possa contenere e quindi mettere in risalto le vostre opere legate al mondo Lgbt. Il nostro sguardo si posa, indistintamente dalla forma di espressione scelta, sia su Scrittori che si sono cimentati in romanzi, saggi, poesie, memorie e trattati; sia su chi ha optato per la Fotografia, strumento cantastorie centenario senza parole e colmo di emozioni per eccellenza. In questo caso,  considerando dunque la molteplicità delle tecniche di rappresentazione (giusto per citarne qualcuna: dal Bokeh al Panning, dal Fill flash al Contre jour, dai tempi di esposizione più o meno lunghi alla regola dei tre terzi), ci poniamo un’unica ma egregia sfida: darvi la possibilità di editare la vostra visione del mondo in frame.
In tale contesto gremito di contenuti non potevamo farci mancare la categoria Disegnatori: partendo dai memorabili manga giapponesi fino ad arrivare agli occidentali fumetti targati Casa Marvel (tanto per dirne una), quella del vignettista è diventata nel corso degli anni una vera e propria Arte creativa. Un nuovo modo di raccontare e raccontarsi particolarmente efficace e diretto che ha raggiunto ogni sorta di social e fascia d’età. Dalle più impegnate alle più satiriche, dalle seriose alle comiche senza censure, non importa quale sia la matrice di ispirazione, l’importante è che appuntiate sul vostro taccuino immagini che parlino da sé.

L’avrete capito, chiunque siate o rappresentiate vogliamo che svisceriate il più piccolo dei particolari e decontestualizzate il più banale dei ritratti, enfatizziate la magia della composizione, attualizziate il passato, stravolgiate l’ovvio e rendiate accessibile a tutti la cosiddetta diversità affinché venga non solo concepita e compresa, ma soprattutto accettata e valorizzata.
Fondamentale in questo senso dunque è che comunichiate un messaggio forte, messaggio che dovete scegliere arbitrariamente, lungi da OnlyGay il contestualizzarvi o imporvi linee guida ferree anzi tenete sempre presente il vostro temperamento e la vostra identità, non saranno esclusi in alcun modo lavori provenienti da Artisti dichiaratamente omosessuali che hanno scelto di ritrarre ben altro ambiente rispetto a quello Gay/Lsb/Trans, stesso ragionamento vale per eterosessuali che hanno voluto posare uno sguardo in più sul mondo Lgbt.

Vi lasciamo dunque all’ultimo (non per importanza) semplice ma efficace consiglio: armatevi della vostra creatività e rendete ciò che più vi emoziona tenendo a mente l’unico Tantra che ArTE’ edita vi detta: STUPIRE.

CLICCA SOTTO PER AVERE MAGGIORE INFORMAZIONI 

Share.

Leave A Reply