Emiliano Reali: e “Se Bambi Fosse Trans”?

0
Emiliano Reali - Foto: Enzo Finizola,  Hair Stylist: Maria Luisa Toralbo for Go Coppola

Emiliano Reali – Foto: Enzo Finizola
Hair Stylist: Maria Luisa Toralbo for Go Coppola

Emiliano Reali è un giovane e talentuoso scrittore romano classe 76 che ha saputo conquistare i sui lettori  con tenacia e determinazione e non senza sacrifici, fino a ritagliarsi il suo spazio nell’editoria che conta e raggiungere il grande pubblico con racconti capaci di emozionare e che arrivano dritti al cuore.

L ‘opera che ha cambiato la sua carriera è “Se bambi fosse trans” (libro che uscirà in America nel 2015 e da cui sarà tratto un film), la storia di un anonimo ragazzo venticinquenne con una vita e due identità: di giorno è Giacomo, quello che tutti vedono, mentre di notte va in scena il travestito Bambi… la vicenda assume così i contorni della favola: l’eroe che, nottetempo, si trasforma e si lancia in una serie di peripezie.

Ma “Se Bambi fosse un trans” è molto più di questo: non è solo una favola ma è la storia quotidiana e realistica di un ragazzo costretto dalle convenzioni sociali a una doppia vita

I maggiori riconoscimenti finora li ha avuti, come spesso accade alle persone talentuose nate in Italia, lontano dal nostro paese: di recente infatti è stato invitato in America alla New York University per presentare il suo “sul ciglio del dirupo” ( una raccolta di racconti tradotti in inglese ),  all’ambasciata italiana di Washington  e al Grand Opera House di Wilmington.

Lo abbiamo incontrato poco prima della sua partenza per questo affascinante tour che lo porterà a far conoscere se stesso le sue opere e un pezzo di tutti quanti noi oltreoceano, e il quadro che ne è emerso è quello di un genuino e caparbio ragazzo capace di seguire la sua strada attraverso le mille difficoltà che si incontrano, un esempio da seguire per tutti coloro che hanno un sogno nel cassetto.

videogallery_50GUARDA LA VIDEO INTERVISTA ESCLUSIVA AD EMILIANO REALI

BIOGRAFIA
Emiliano Reali nasce a Roma il 3 novembre del ’76 e inizia la carriera di scrittore partecipando per gioco e vincendo nel 2001 il premio letterario indetto dalla Scuola Holden di Torino, Giovani Parole.
Proseguirà il suo percorso nella letteratura affrontando tematiche sempre attuali, dalla valenza sociale importantissima.
2004 il 1° romanzo, Ordinary: affronterà il problema dell’omofobia raccontando le difficoltà di un giovane omosessuale. Il libro diventerà uno spettacolo teatrale col patrocinio dal Comune di Roma e dalla Società Italiana degli Autori ed Editori, Il Progetto Speciale Teatro 2007/2008.
2013 riscriverà integralmente Ordinary e diventerà il primo ARBook in Italia a utilizzare la realtà aumentata e ne pubblicherà la versione in fumetto.

Emiliano Reali Il cristallo del cuore nelle scuole elementari

Emiliano Reali Il cristallo del cuore nelle scuole elementari

Quattro anni dopo Il cristallo del cuore, favola per bambini ove ritroviamo un’attenzione particolare verso il rispetto della natura e del prossimo, il progetto proseguirà nel sequel La reggia di luce (2009), utilizzato tra l’altro come testo di supporto in molte scuole elementari.
2009 il 2° romanzo a tema LGBTSe Bambi fosse trans? Stavolta, a differenza di Ordinary, affronterà il tema della transessualità, identità di genere e orientamento sessuale. La valenza sociale di Bambi porterà un successo tale che ne saranno opzionati i diritti cinematografici.
Inarrestabile, nel 2010 Emiliano pubblicherà due racconti in due antologie: Dannato (in Controcuore) e Laura Pausini (in Diva Mon Amour), cui proventi sono stati devoluti parzialmente alla lotta contro l’AIDS.
2011 Il seme della speranza, romanzo fantasy adottato poi come testo di lettura nell’istituto superiore De Pinedo di Roma. Lo stesso anno collaborerà con Maurizio Rigatti alla stesura del cortometraggio sulla transessualità Santallegria (con Serena Grandi e Monica Scattini).
2012 pubblica la raccolta di racconti Sul ciglio del dirupo col patrocinio di Roma Capitale entrerà a far parte del comitato d’onore di Equality Italia, “la prima lobby italiana sui diritti civili“.
Fine 2014 Reali è stato invitato alla NY University e all’Istituto Italiano di Cultura, all’interno dell’Ambasciata italiana di Washington, a presentare On the edge - Sul ciglio del dirupo.

Riferimenti:
Sito Internet
Gruppo Facebook

Share.

Leave A Reply