GayWedding’s History – 1/10

0

Cominciamo il nostro viaggio attraverso la storia del GayWedding.
Partiremo dal periodo preromano fino a giungere (nei prossimi articoli) ai giorni nostri.

cuneiforme-su-tavolette-argilla-tra-le-rovine-di-Ninive

Scrittura cuneiforme su tavolette in argilla rinvenute tra le rovine di Ninive

Nel preromano dunque figura l’opera classica babilonese di Gilgameš, analizzata anche dallo storico e assiriologo italiano specializzato in lingue mesopotamiche e mediorientali Giovanni Pettinato (24 settembre 1934, Troina – 19 maggio 2011, Roma). Si tratta della prima epopea della storia dell’umanità e quindi del composto letterario più antico giunto fino ad oggi, ivi si leggerebbe (secondo l’interpretazione Pettinato e altri studiosi oltreoceano sulla sua stessa lunghezza d’onda) il primo esempio di unione matrimoniale tra persone dello stesso sesso.
L’opera, i cui primi rinvenimenti (tra le rovine di Ninive, antica capitale degli Assiri) risalgono al lontano 1853, è impressa in scrittura cuneiforme su 11 tavolette d’argilla di cui solo 3 sono di decifrazione più che soddisfacente. Le prime traduzioni infatti saranno possibili solo a partire dal 1857 e aggiornate con i ritrovamenti delle parti mancanti nei successivi 120 anni.
L’epopea narra la storia di Gilgamesh, un re tanto arrogante e presuntuoso che gli dei decisero di contrastare ponendogli accanto un nemico degno della sua temerarietà: Enkidu. Secondo alcuni quest’ultimo invece sarebbe stato il suo servo e secondo altri ancora il suo caro amico. Una delle vicende che convinse gli studiosi (tra cui Stephen MillerGilgamesh – A New English Version) della natura omosessuale di tale legame fu quella del dolore incontrollato di Gilgames alla morte di  Enkidu (vedi immagine in testa all’articolo).

Coppie pederastiche raffigurate in un affresco rinvenuto all'interno di una sepoltura nella colonia greca di Paestum (Magna Grecia)

Coppie pederastiche raffigurate in un affresco rinvenuto all’interno di una sepoltura nella colonia greca di Paestum (Magna Grecia)

Molto più approfondito invece lo studio del rituale dell’ Arpaghè greca descritto secoli or sono dallo storico greco antico Eforo (400 a.C. – 330 a.C. circa, Cuma eolica). L’Arpaghè è lo stato primitivo di unione matrimoniale tra persone dello stesso sesso, solo che si tratta di rapporti pederastici, ovvero (nell’antica Grecia) attrazione o unione tra un individuo di sesso maschile adulto ed uno adolescente (oggi questo termine ha accezioni prevalentemente negative). Tale rito sembrerebbe essere legato altresì al rituale di iniziazione arcaico legato alla celebrazione del passaggio all’età matura tramite introduzione di liquido seminale maschile fecondante nel giovane soggetto all’ingresso in età adulta.

articoli_50LEGGI IL SEGUITO DELLA GAYWEDDING’S HISTORY – 2/10

LEGGI IL SEGUITO DELLA GAYWEDDING’S HISTORY – 3/10

Share.

Leave A Reply