GayWedding’s History – 2/10

0

E dopo il periodo preromano continua il nostro viaggio attraverso la storia del GayWedding: approdiamo all’antica Roma.

Lampada con scena omosessuale

Lampada con scena omosessuale

Partiamo subito con una citazione di Alberto Angela“Non esistevano categorie nel modo di fare l’amore: niente “etero”, “omo” o “bi”… per lui (cittadino romano) il sesso era sesso e basta, a prescindere da chi era a letto con noi. Lo si considerava un regalo degli dèi, e bisognava farlo bene.”
In sostanza nell’antichità il problema omosessualità non aveva luogo, essa veniva considerata un’indole umana naturale e forse un dono divino. V’era addirittura un tale detto: “Le donne sono per il matrimonio, i ragazzi per il divertimento”, sembrerebbe dunque che non esisteva alcun tabù in merito e le fanciulle potevano addirittura non essere considerate mero oggetto usa-e-getta. Insomma l’apertura a 360° permetteva una vita completa fatta di amore, divertimento e omosessualità senza vergogna (seppur intesa o riportata dagli storici come svago momentaneo).
Resta appurato che nella Roma antica il concetto eterosessualeomosessuale non categorizzava gli individui nella società, entrambi i binari erano non solo accettati ma anche considerati naturali, anche se il secondo caso, come già detto, si circoscriveva nel periodo precedente al matrimonio con persone del sesso opposto.
A questo punto vi riportiamo l’esempio più eclatante di matrimonio tra persone dello stesso sesso risalente a poco meno di 2000 anni fa:

Nerone con velo sacerdotale

Nerone con velo sacerdotale

“Nerone, già sozzo d’ogni bruttura al di là del lecito e dell’illecito, sembrò non trascurare infamia alcuna per superare se stesso nella corruzione, senonché, pochi giorni dopo, volle, e con tutta la solennità del rituale, sposare uno di quel branco di porci, un certo Pitagora. All’imperatore fu messo il velo da sposa e furono convocati i testimoni augurali; si poterono vedere la dote, il letto consacrato al nume domestico e tutto ciò che, anche con una donna, la notte nasconde” – Tacito, Annali XV 37, 8-9
Durante il suo regno Nerone si farà protagonista di ben due matrimoni omosessuali (il terzo è in forse). Nei vari casi si alternerà nel vestire gli abiti o della sposa o dello sposo.
Il 1° sarà con il liberto, ovvero schiavo affrancato, Pitagora (marito), il 2° è col bellissimo Sporo che amò tanto l’imperatore (che ricambiava pubblicamente) da seguirlo per ogni dove. L’irrequietezza insita in Nerone però porterà alla fine dell’unione con tanto di celere sostituzione della prima moglie con Doriforo che a differenza di Sporo farà da marito. Questi sono solo 3 esempi di cerimonie nunziali dell’antica Roma, prive sì di valore giuridico ma pur sempre riconosciute.

Diana-e-Callisto-1770-Nicolas-René-Jollain

Diana e Callisto – Nicolas René Jollain, 1770

D’obbligo, per dovere di par condicio la storia (periodo successivo) della dea Diana e Callisto.
Diana la dea delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti e dei torrenti, protettrice delle donne che  divenivano sue ninfe nel caso in cui avessero portato avanti come lei il voto di castità. Il risultato era un gruppo che negava accesso agli uomini: quando il cacciatore Atteone scoprirà il gruppo, Diana esternerà la propria indole irascibile e vendicativa non solo escludendolo ma trasformandolo addirittura in cervo.
Stiamo parlando di donne tutt’altro che asessuate, infatti nonostante rifiutassero la vicinanza del maschio non negavano assolutamente rapporti saffici, anzi li adoravano. Callisto, la preferita di Diana e la più bella tra le ninfe, sarà oggetto di interesse amoroso da parte di Giove che consapevole dell’orientamento della donna, assumerà le sembianze della dea per avvicinare la giovane e quindi sedurla. Callisto convinta di avere di fronte Diana cederà rimanendo però incinta. Nonostante il tentativo di occultamento dell’accaduto verrà scoperta con conseguente allontanamento (non privo di ira da parte di Diana).

 articoli_50LEGGI LA GAYWEDDING’S HISTORY – 1/10

LEGGI LA GAYWEDDING’S HISTORY – 3/10

Share.

Leave A Reply