La serata

2

“Grazie di essere con noi per condividere questo momento importante”, siamo al Let it Beer di Roma e con queste parole parte la Prima della seconda Stagione di LSB – The Series.

Ai microfoni Gera e Flo, le registe che con tenacia costanza e soprattutto coraggio hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura.

OnlyGay nel suo piccolo non poteva che essere fiero di supportare incondizionatamente tanta passione.

Siamo solo alla base di quell’onda di successo esponenziale che ha caratterizzato la prima Stagione, tante novità, new entries e quel tocco di ironia in più che ammalia l’intreccio globale delle trame, eppure è già meritatissimo successo.

Un plauso alle attrici, alle veterane: Nick alias Paola Rulli, Filomena alias Denise Sicignano, Benedetta alias Stefania Capece; e all’emozione delle nuove: Valentina alias Martina Borgia, Lucrezia alias Marina Marchione, Fabiana alias Roberta “Pasti” Parravano e Sofia alias Samantha Silvestri.

Un plauso va alla volontà di rendere partecipe tutta la comunità, Omosessuale e non.

Un plauso va all’ ampio margine di interazione meticolosamente curato, riservato alla platea dei ragazz* sordi agguerritissima in prima fila, un plauso quindi all’ interprete e soprattutto all’idea di inserire sottotitoli in ben 4 lingue.

Un plauso va alla voglia di interagire con il pubblico, al pubblico stesso, quello in piedi in fondo alla sala, quello sulle sedute ancor prima del countdown, quello che fa capolino dal retro della location e soprattutto un plauso di incoraggiamento a quello nuovo di zecca.

Ci siamo, domenica 7 Dicembre, anno 2014, sono circa le 23:00, ha finalmente smesso di piovere e piazza delle Crociate ci indirizza automaticamente alla scoperta di un cast rinnovato e affascinante, l’ultima parola alle attrici e si comincia… parte la proiezione delle prime due puntate e la sala è tripudio di un’attenzione che si evolve in sorpresa e sana ironia preannunciata.

Ore 24:00 circa, attraverso il vigore degli applausi arriviamo alle battute finali.

Sono sempre stata della convinzione che sia durante i ringraziamenti conclusivi che ci si renda vagamente conto della mole di lavoro del “dietro la quinte”, un plauso dunque speciale a tutt* coloro che hanno dato un contributo concreto al risultato definitivo, perché crediamo fermamente che la II Stagione sia portatrice di una maturità ancor nascente nella I.

Ed è sulla scia di quella che ci preme riconoscere meriti e virtù delle registe, senza le quali tra l’altro nulla sarebbe stato possibile, Floriana Buonomo e Geraldine Ottier, modestia, capacità relazionali ed emozionali da vendere, ma soprattutto una passione in comune per questo progetto che non ci stancheremo mai di premiare.

Share.

2 commenti

Leave A Reply