Nozze Gay in casa Marvel

2

E oggi OnlyGay rispolvera un vecchio matrimonio targato X-Men.

Forse non lo sapevate ma nel 2012, il 20 giugno precisamente, eravamo Tutti invitati a New York in una Central Park in grande stile.
Dove? Ma al primo matrimonio omosessuale della Marvel!
Le partecipazioni di nozze potete ancora trovarle nella copertina n. 51 del comic Astonishing X-Men.
Gli sposi sono Northstar e Kyle (vantano dal 2009 ben tre anni di convivenza).

Ma prima facciamo il solito salto nel tempo.

Siamo nel nel 1963 e Stan Lee, pregno di quella sapienza che lo renderà celebre ed esperto fumettista, editore, produttore cinematografico e televisivo statunitense, con il supporto di Jack Kirby e Steve Ditko darà vita ai Mutanti, i nuovi personaggi (finalmente curati nel dettaglio e dalle personalità complesse) di quel fumetto che innescherà il processo inarrestabile di trasformazione della Marvel, da piccola casa editrice ad azienda dal notevole stampo multimediale.

Tornando ai nostri protagonisti, Northstar battezza il suo ingresso nei numeri di “X-Men” nel 1979.
Sin da subito si guadagna il primato di supereroe omosessuale (dichiarato apertamente nei primi anni 90 dopo la morte di Joanne, bimba adottata dal canadese e affetta da AIDS) nella Marvel’ house.
Ci siamo! Se qualcuno ha qualcosa in contrario a questa unione, parli ora o taccia per sempre!
Ed ecco che tuona l’associazione cristiana One Million Moms!
Questo matrimonio non s’ha da fare! L’omosessualità è peccato!

In sostanza, un evento di tale riverbero globale mina il giusto percorso dei giovani lettori, i quali nel subire un feroce lavaggio del cervello, all’ ultima pagina riscoprono un irrefrenabile istinto omosessuale.
Buffo direi.
Devo chiedere a mia madre i titoli dei libri che mi leggeva da piccola. Galeotta fu quella “stella stellina, la notte s’avvicina, la fiamma traballa, la mucca nella stalla…”, dev’ esserci chiaramente qualche incitazione all’ omosessualità.

Rientrando tra le righe di un articolo dal carattere “professionale”, OnlyGay dal canto suo sorvola come sempre le polemiche e trova che la maestria della Marvel sia nell’ avanzare di pari passo, riflettendola dignitosamente, con la realtà sociale del momento storico in corso.

Ps. La Marvel smentisce il collegamento tra le dichiarazioni dell’epoca, da parte di Obama in merito alle unioni tra persone dello stesso sesso e l’annunciazione del matrimonio dell’anno.

Share.

2 commenti

Leave A Reply