Roberta Calandra – L’eredità di Anna Freud

0
Roberta Calandra

Roberta Calandra

Vi presentiamo Roberta Calandra con il supporto delle sue stesse parole “Ho desiderato scrivere fin da bambina e, finalmente, ci sono riuscita”.
Roberta, anno ’68 e romana d’origine, consegue gli studi classici al Liceo Dante Alighieri e prosegue a La Sapienza di Roma, indirizzo Filosofia. Amante della famiglia, della casa e degli animali,  degustatrice di buona musica e cinema d’Autore, si dice sorrida nella vita tanto quanto in foto, forse anche di più. Combattuta o a parer nostro, combattente della quotidianità si altalena tra “un cuore impulsivo e una testa ipertrofica”, ritroverà nella scrittura il suo rifugio per l’anima, il canale di sfogo delle emozioni più profonde, dando vita negli anni ad una lunga serie di composti, tra cui “tesi, tesine, saggi, soggetti, scalette, trattamenti, bibbie di serie, drammaturgie, testi per documentario, radio, sit com, fumetto, racconti, poesie, format, romanzi, sceneggiature cinematografiche, monologhi, fiabe, articoli, animazione, post”, molti dei quali realizzati, per tutti gli altri Calandra reagisce affermando che la scrittura è e sarà in ogni caso il suo lavoro.

Tra le sue opere più importanti ci piaceva porre un accento su L’eredità di Anna Freud (Editore: Controluce – Nardò;roberta-calandra-ereditadiannafreud Collana: Riflessi). “Tre donne, una casa imponente, un passato per tutte difficile e pieno di non detti. Anna Freud, figlia del celebre fondatore della psicoanalisi e studiosa dei disturbi comportamentali infantili, malata e ormai al tramonto dei propri giorni, vive con la giovane Sarah, irlandese dal passato oscuro, giunta a Londra in cerca di lavoro e scelta come domestica dall’anziana donna. La loro quotidianità verrà sconvolta dall’arrivo di Judith, ventenne omosessuale insoddisfatta e irrequieta, una ragazza borderline che studia psicologia e vuole scrivere la propria tesi di laurea sulla figura di Anna. La casa della celebre dottoressa diventerà presto teatro di scontri e confronti, antipatie, confessioni e inattese scoperte sessuali e sentimentali…”

Riferimenti
Sito Internet

Share.

Leave A Reply