Tutte le fuoriuscite di Lorella Cuccarini sui gay

0

Oggi come sempre vi riporteremo in modalità flash tutte le fuoriuscite di Miss Lorella Cuccarini in merito al mondo Lgbti, lasceremo ancora una volta a voi le conclusioni.

Innanzi tutto partiamo da un titolo che leggiamo su OGGI: Lorella Cuccarini compie 50 anni: “Ma sono pronta per fare il quinto figlio”

«Io ho espresso un legittimo punto di vista, sono cattolico, sono cattolica, non è un mistero! Ho ribadito quello che penso: ci possono essere delle leggi ma mai il matrimonio, mai l’adozione!» – Sul palco del Muccassassina 2009/2010 (Fonte: Muccassassina)

«Lo ripeto! No al matrimonio! No alle adozioni gay! (…) Siete veramente intolleranti! Non sapete ascoltare una persona che la pensa in modo diverso! Parlate di accettazione, ma siete i primi a non tollerare niente!» – Sul palco del Muccassassina 2009/2010 (Fonte: Queerblog.it)

«Sono favorevole alle unioni civili, ma i figli non sono un diritto. E non si comprano» – 2015 (Fonte: Oggi.it)

«No ai figli per le coppie gay? Ho subìto attacchi violenti e cattivi, non cambio idea ma non sono omofoba» – 2015 (Fonte: Huffingtonpost.it)

Questo è il succo, il resto lo rimandiamo ai social e alla vostra voglia di approfondire.

Chiudiamo con questa dichiarazione della speranzosa nonna rilasciata sempre al settimanale OGGI – 2015:
«SAREI UNA NONNA PAZZESCA» - «E pensare che io non vedo l’ora di diventare nonna!», confessa. «Sarei una nonna pazzesca, disponibilissima e ancora con l’energia di una mamma. La mia primogenita Sara ha 21 anni ed è già molto matura per un figlio. Ha un fidanzato bravo, ma è chiaro che deve ancora finire gli studi. La capisco, anche se penso che i figli vanno fatti presto.”

E’ vero avevamo detto che avremmo lasciato questo articolo alle vostre considerazioni ma la domanda ci sorge spontanea:
“Cara signora Cuccarini, alla luce delle sue controverse e paradossali dichiarazioni altalenanti e scoordinate nel corso degli ultimi 5 anni, cosa farebbe se sua figlia decidesse di avere figli e non riuscisse? (e questo non è di certo il nostro augurio) – Rinuncerebbe al suo sogno di diventare nonna e condannerebbe la possibile neo-mamma per la volontà di procedere all’inseminazione artificiale? Priverebbe la venuta al mondo di un bimbo che sarebbe tale a prescindere dalla metodologia del concepimento? E ancora, signora Lorella qualora dovesse scoprire che i suoi 4 figli fossero omosessuali negherebbe loro allo stesso modo la possibilità di costruirsi una famiglia rinunciando ancora una volta alla convinzione di poter essere una ‘nonna pazzesca?’ – In questo caso tornerebbe sul palco del Muccassassina a chiedere venia o correrebbe a gridare giustizia e a scrivere l’ennesimo post su twitter magari stavolta sottolineando che un bambino ha bisogno di crescere nell’amore di una famiglia qualunque essa sia?”
Chissà.
E attenzione perché cadere nella trappola dell’ “io non sono così, però…” è il paradosso della tolleranza – che poi da tollerare non c’è un bel niente si metta l’anima in pace, la tolleranza è per gli sproloqui – si tollera per non perdere la calma di fronte alle assurdità – e non per chi decide di amare a prescindere dal sesso e dai dogmi e non per chi decide costruire una famiglia senza ledere in alcun modo né un/a figlio/a in arrivo tantomeno (e questo sarebbe il minore dei mali) lei o chi la pensa come lei.

Share.

Leave A Reply